domenica 27 marzo 2011

DOLCE A BASE DI LATTE E AMARENE


In genere approfitto del fine settimana per la preparazione di un dolce. Questa volta ho usato le coccolose amarene di FABBRI per fare un dolce a base di latte, molto semplice ma molto gustoso. La ricetta l'ho trovata sul sito del cavoletto di bruxelles e l'ho modificata aggiungendo le amarene e facendone la verisone senza glutine.
Due consigli:
- montate per bene le uova altrimenti le amarene scendono al fondo (come è successo a me :( );
- mangiatelo freddo, mi raccomando!


Ingredienti:
280 g  di farina (io ho usato la farina senza glutine Biaglut  nella confezione da 500 g)
200 g di zucchero
1 l di latte fresco intero
150 g di  amarene in sciroppo della Fabbri
130 g di burro salato
5 uova medie
2 cucchiai di rum
1 busta di vanillina o meglio 1 cucchiaio di estratto di vaniglia (che avevo comprato ma che non ho trovato più :( . (Ricordate che la marca deve essere una di quelle riportate sul prontuario AIC).


In una casseruola scaldare tutto il latte con la vanillina o con l’estratto di vaniglia. Aggiungere la farina setacciata poco a poco continuando a mescolare con una frusta, per non far creare i grumi. Il tutto deve essere fatto in circa 5 minuti e a fuoco basso. Appena si condensa spegnere il fuoco e montare per bene le uova, lo zucchero e il rum. Unire alla crema di latte e mescolare. Versare in una teglia per torte ben imburrata ed aggiungere le amarene. Se volete rallentare la caduta delle amarene passatele nella farina prima di gettarle nell’impasto. Ricoprire la superficie del dolce con fiocchetti di burro salato ed infornare per circa un’ora ad una temperatura di 220 °C, se usate la farina 00, e di 200-210 °C, se usate la farina senza glutine. Il dolce deve imbrunirsi in superficie; per evitare che si bruci troppo la crosticina di burro che si crea potete coprire con un foglio di alluminio. Per capire se il dolce è cotto potete scuoterlo un po’; cuocere fino a quando risulta liquido.  Lasciare raffreddare e servire freddo.
Buon appetito!


17 commenti:

  1. Mi sembra un dolce coccoloso di quelli che ti concedi stretta nella copertina... e che ci fa se le amarene sono in fondo: dulcis in fundo allora che senso avrebbe?

    un abbraccio Elena :)

    RispondiElimina
  2. Buonissimo questo dolce, io adoro le amarene. Infatti le cercavo ma non sapevo dove prenderle, non mi ricordavo di quelle di Fabbri. Grazie per l'idea. Complimenti!

    RispondiElimina
  3. oh mamma mia che pura bontà!!! e quelle amarene... splendido dolce! baci

    RispondiElimina
  4. Bella 'sta tortina signorina...Io ho avuto un problema con un invasore in cucina in questi giorni...risolto momentaneamente, ma non so. Un bacione, cara.

    RispondiElimina
  5. Ciao di nuovo! Ho letto adesso il tuo commento sul risotto...che dirti, i miei spazi li difendo, ma ti giuro che mi ha fatto proprio ridere e, quando ha saputo che non si potevano mettere due primi per il contest, ma che avrebbe potuto scegliere tra i due, tutto brontoloso fa :"Ah no, no no, mi tengo la vongola!"...Per il resto, ti confesso che mi dispiace un pò essere quassù e tu laggiù. Un bacione.

    RispondiElimina
  6. Sembra squisito: complimenti!

    RispondiElimina
  7. questa torta mi ricorda tantissimo un dolce che faceva sempre la mia nonna quando ero piccola, era meno goloso del tuo (non c'erano le amarene) ma squisito. immagino come sia questo anche con le amarene!
    ho una voglia di papparmelo subito...

    RispondiElimina
  8. Bello!sembra molto il flan francese!Cmq, assolutamente da provare :D

    Buona serata

    RispondiElimina
  9. buonissime le amarene fabbri...mi ricordano quando ero piccola

    RispondiElimina
  10. ciao, ho visto che ti sei unita ai miei sostenitori. Grazie.
    Ora "spulcio" un po' il tuo blog.
    A presto

    RispondiElimina
  11. @Felix: proprio così, coccolosa coccolosa. Io non so quanta ne ho mangiata; comunque sempre meno di mio marito :)
    @Ciccia: ciao, sono contenta ti abbia fatto ricordare delle amarene. Tra l'altro Fabbri ha un sacco di prodotti gluten free. Baci
    @ Grazie Ely, un bacio
    @Tinny: anche a me dispiace un sacchissimo :(
    @Marjlou: davvero lo è, provare per credere.
    @Gaia e Cranberry: è vero, è un dolce tradizionale francese, semplice e profumato. Le amarene le ho messe io e ci stanno molto bene. Bacini a tutti e due

    RispondiElimina
  12. @Salamander: è vero, anche a me. Un bel ricordo ci vuole per cominciarte la settimana. Buon lunedì
    @Fausta: ciao, sei la benvenuta a casa mia. Acc se lo sapevo facevo un po' di pulizie, magari un dolce. Buon giretto

    RispondiElimina
  13. Buono questo dolce!! Con le amarene poi... è una coccola gustosissima!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  14. giusto! che ci fa se sono sul fondo? quando pensi che il buono sia finito ti ritrovi sta bontà tra i denti e ti torna il sorriso! sei stata molto molto brava carissima Elenuccia, bacetti succosi e a presto :X

    RispondiElimina
  15. Il vasetto *_* voglio quel vasetto troppo goloso e carinissimo!
    La torta mi lascia pensare, la consistenza è diversa da quelle che mangio in genere, mi sembra budinosa, sbaglio? Ma proprio per questa nota di novità va provata! Assolutamente provata!

    Mi prenoto ^_^
    Baci

    RispondiElimina
  16. Che dolce godurioso.Brava.Fa proprio venire l'acquolina solo a guardarlo.
    Un abbraccio,Fausta

    RispondiElimina
  17. Complimenti! Alla vista è delizioso! Veramente spettacolare! Viene voglia di abbuffarsi! gnam..

    grazie per la ricetta: è assolutamente da provare!

    Isa
    http://elcaprichosaludable.blogspot.com/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...