martedì 9 dicembre 2014

CIAMBELLONE SENZA GLUTINE AL RUM



Sto cominciando seriamente a preoccuparmi: gli ultimi post che ho fatto sono dedicati ai dolci. Se qualcuno mi chiedesse cosa mi diverte cucinare, io risponderei senza esitazione qualsiasi preparazione golosa, mettendo all’ultimo posto  i dolci. Cosa significherà? Sarà grave? Forse la vicinanza al Natale mi fa pensare di più a come chiudere le cene che si faranno. Non so, non so… Sarà semplicemente che non mi perdo mai l’occasione di usare lo stampo per Angel Food Cake in alluminio che adoro!
Desideravo da tanto tempo realizzare questo ciambellone. Il ritaglio di giornale che riporta la ricetta lo conservo da tempo immemorabile e conoscendomi mi sarà piaciuta l’assenza di burro. Ho provveduto alla conversione “senza glutine” e a fare alcune “variazioni sul tema”.

Ingredienti per uno stampo da Angel Food Cake o per ciambellone da 28 cm di diametro:

150 g di Farina di Riso sottilissima certificata senza glutine
70 g di Fecola di patate certificata senza glutine
150 g di zucchero di canna
6 uova
6 cucchiai di latte a temperatura ambiente

6 cucchiai di Rum

6 cucchiai di Olio e.v.o. delicato

1 bustina di lievito per dolci senza glutine

½ bacca di vaniglia (oppure 1 bustina di vanillina)

Scorza grattugiata di 1 limone non trattato

la punta di una cucchiaino di bicarbonato

Zucchero a velo, granella di pistacchi, sale, burro e farina per infarinare lo stampo (non serve nel caso usasse lo stampo da Angel Food Cake in alluminio).

Setacciare insieme la farina, la fecola, il lievito, la vanillina (se si mette al posto della bacca di vaniglia). In due ciotole separare i tuorli dagli albumi e con le fruste elettriche montare  a neve ferma questi ultimi con un pizzico di sale e 3 gocce di limone. Conservare in frigo. Scaldare il forno in modalità “statico” a 150°C. Sbattere i tuorli insieme allo zucchero fino ad ottenere un impasto spumoso; mi raccomando,  le fruste devono scrivere sull’impasto, una volta alzate.  Successivamente aggiungere il Rum, a poco a poco, il latte e l’olio, continuando a sbattere per 1 minuto circa. A piccole dosi, unire all’impasto le farine setacciate insieme, mescolando con una frusta. Aggiungere il bicarbonato,  gli eventuali semi di vaniglia (se non si  usa la vanillina) e la scorza grattugiata del limone. Incorporare gli albumi montati, sempre poco per volta, mediante movimenti effettuati dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno rivolto sul dorso; questa operazione serve per non far smontare l’impasto e per continuare ad inglobare aria. Versare sullo stampo da Angel Food Cake. In questo caso non serve imburrare e infarinare lo stampo. Nel caso si usasse uno stampo da ciambellone in teflon, ricordate di fare questa operazione. Cuocere per 45 minuti. Dopo averlo fatto raffreddare, rimuovere il ciambellone dallo stampo e guarnire con zucchero a velo e granella di pistacchi.


mercoledì 3 dicembre 2014

PANETTONE SENZA GLUTINE



Non so quante volte io abbia provato e riprovato a fare un panettone che mi soddisfacesse, forse spinta dall'astinenza forzata, forse perché pagarlo al supermercato circa 9 euro mi viene troppo forte; piuttosto mi faccio pestare il callo del piede ma non li spenderò mai tanti soldi per un dolce piccolissimo e ben lontano dal ricordo che ho io del panettone! Scusate ma questa cosa mi fa in...alberare.
Fatto sta che quest'anno mi sono intestardita.
 Devo dire che dopo aver studiato mille ricette su blog e riviste di cucina, passando da Olga e Manu, fino alle ricette glutinose, mi sono avvicinata al gusto che ricordo. Ecco la ricetta.

Ingredienti per un panettone di circa 750 g:
 
-          200 g farina di riso sottilissima senza glutine
-          100 g amido di mais senza glutine
 
 dal totale prelevare 100 g da usare per formare il poolish insieme a:
-          100 ml di acqua tiepida
-          1 g di lievito di birra fresco

 
Per l’impasto (per un dolce di circa 750 g):
tutto il poolish lievitato
200 g del resto della miscela di farine
150 g burro fuso
200 g zucchero a velo senza glutine
100 g latte in polvere per neonati da 0 a 6 mesi (sicuramente senza glutine)
100 ml di latte
100 g uvetta ammorbidita nel rum
70 g di scorza di arancia candita senza glutine
15 g lievito di birra fresco
2 cucchiaini di gomma di guar certificata senza glutine
zeste di 1 limone
2 uova intere
2 tuorli

Semi di 1 bacca di vaniglia

Si comincia preparando il poolish: sciogliere nell’acqua tiepida il lievito e versare il tutto nella ciotola con la farina. Mescolare e lasciare lievitare per 12 ore a circa 18-20 °C.
Per prima cosa mettere a bagno nel rum  (di buona qualità) l'uvetta per qualche minuto e prima di procedere scolare e passare nella farina di riso. Con l'aiuto di un colino fare scendere la farina in eccesso dall'uvetta. Mettere da parte. Sciogliere nel latte tiepido il lievito. Avendo azionato l'impastatrice, versare il resto del mix di farine con il latte in polvere, la gomma di guar (può essere sostituito da xantano, farina di semi di carrube), i semi di vaniglia e le zeste del limone. Aggiungere i liquidi cominciando dal latte con il lievito, le uova e i tuorli ed infine il poolish. Lasciare formare l’impasto e successivamente aggiungere il burro fuso, l'arancia candita a pezzetti e l'uvetta, entrambe infarinate con farina di riso. Aspettare che l'impasto prenda consistenza e successivamente versarlo nello stampo. Fare lievitare per 6 ore circa dentro il forno spento, come si vede in foto. Nel caso lo stampo di carta fosse quello da 1 kg, nessun problema. In questo momento, e cioè dopo l'ultima lievitazione e prima della cottura, ritagliare con le forbici la striscia di stampo min più non raggiunta dall'impasto durante la lievitazione. 






Per la cottura si procede lasciando il panettone dentro il forno e accendendolo ad una temperatura di 150°C; vaporizzare l’acqua sulle pareti del forno in modo da fare bene lievitare l’impasto senza bloccare il processo mentre si cuoce. Dentro il forno aggiungere un contenitore (da lasciare in forno durante la cottura, quindi di metallo) con un po' di acqua e cuocere per 1 ora.  Lasciare raffreddare tutta la notte appeso a testa in giù.
 

Presa dalla frenesia e felicità non ho fatto le foto aLl'interno ma a detta di 30 persone, a cui ne ho offerto una mollica, era spettacolare.
Tutte le foto sono di Massimo Raineri che ringrazio pubblicamente. 
 

domenica 30 novembre 2014

DOLCE NATALIZIO SENZA GLUTINE E SENZA LIEVITO


Il natale sta arrivando e io sperimento nuovi dolci senza glutine. Questa torta è molto speziata, ideale per le feste natalizie. Ve la presento con una ganache di cioccolato ma si può usare una crema di ricotta da spargere sulla superficie prima di porzionarla.
Ingredienti:
100 g Farina di riso sottilissima senza glutine
50g di fecola di patate senza glutine
100 g di farina di mandorle
100 g di burro (morbido, da montare)
200 g di zucchero di canna demerara
3 uova
scorza di 2 limoni non trattati
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 pizzico di zenzero in polvere
Burro e farina per lo stampo (da crostata)
Ganache al cioccolato:
120 g di cioccolato fondente senza glutine
100 g di panna liquida
Procedimento:
Per prima cosa separare i tuorli dagli albumi e montare con le fruste elettriche questi ultimi con 50 g di zucchero di canna con 3 gocce di limone e 1 pizzico si sale. Scaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare lo stampo da crostata.
Successivamente in una ciotola montare con le fruste i tuorli con il resto dello zucchero e le zeste di limone.  Aggiungere il burro continuando a montare. SI deve ottenere un impasto spumoso. Di seguito aggiungere la farina di mandorle continuando a montare. Con l’aiuto di un cucchiaio di legno incorporare il resto della farina effettuando dei movimenti dal basso verso l’alto in modo da non smontare l’impasto. Aggiungere gli albumi montati. Amalgamare il tutto e prima di passare l’impasto sullo stampo spargere su di esso dello zucchero di canna. Versare il contenuto della ciotola nello stampo e infornare per circa 25-30 minuti.
Per preparare la ganache: mettere a scaldare la panna e appena arriva al bollore spegnere e aggiungere il cioccolato fondente tagliato a pezzetti. Mescolare fino ad ottenere una crema.




mercoledì 12 novembre 2014

CASSATA SALATA SENZA GLUTINE


Questa ricetta l'ho presa dal blog di Pupaccena. L'ho vista tanto tempo fa; l'ho custodita come un tesoro e finalmente adesso l'ho riprodotta. Un'idea carina per proporre un comune gateau di patate ai nostri ospiti. Ho solo variato il quantitativo di latte.

CASSATA SALATA

Ingredienti per una teglia da cassata di 28 cm:
1,2 kg di patate lesse
230 g di latte intero
50 g di burro
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di prosciutto cotto a fette, senza conservanti 
250 g  di primosale
sale q.b.
Per guarnire:
1 melanzana
1/2 peperone giallo
2 zucchine genovesi 
5 pomodorini ciliegino 
un ciuffo di basilico
burro e pangrattato senza glutine  per la teglia 

Con le patate lesse, il latte intero, il burro e il parmigiano grattugiato realizzare un purè.
Imburrare bene la teglia e cospargerla con il pangrattato, rimuovendo l'eccesso.
Versare circa metà del purè nella teglia; disporre il primosale e il prosciutto  e ricoprire con il restante purè. Passare in forno preriscaldato a 180 ° per circa 25 minuti.
Lasciare raffreddare e sformare.
Per guarnire la cassata:
grigliare le zucchine tagliate a fette (solo la buccia verde) e le melanzane tagliate a fette spesse circa un dito. Una volta fredde, rimuovere la polpa delle melanzane, lasciando solo la buccia.
Decorare il purè con la buccia delle zucchine tagliate a tocchetti. Distribuite ad intervalli sui bordi riprenderanno l'idea della pasta di pistacchio. Per riprendere l'idea della decorazione con i canditi, decorare la superficie con la buccia delle melanzane, pezzetti di peperone, i pomodorini e un ciuffo di basilico al centro.


sabato 8 novembre 2014

TORTA VEGANA SENZA GLUTINE, SENZA LATTOSIO E SENZA UOVA, ADATTA PER INTOLLERANTI E CELIACI!!!


Chi lo avrebbe mai detto?

La mia torta preferita, quella che mi preparo per coccolarmi o per fare colazione è una torta senza lattosio e senza uova.
Mi piace perchè è speziata per via dello zucchero di canna e per la cannella. E' dolce al punto giusto e quando riesci a percepirne la dolcezza arriva il sapore aspro delle prugne. A me piace spolverarla con dello zucchero a velo ma potete lasciarla al naturale. Ideale se aspettate degli ospiti e non sapete se c'è qualcuno intollerante al lattosio oppure vegano.
Con questa andate sempre sul sicuro e profumerete tutta la casa di cannella.
Mamma mia...corro a farmela!!!!!

INGREDIENTI
Per uno stampo da 24-26 cm di diametro:

200 g  farina di riso sottilissima certificata senza glutine
100 g di Amido di Mais certificata senza glutine
200 zucchero di canna
130 olio semi
170 g acqua
Scorza e succo di 2 limoni non trattati
1 bustina di lievito
Semi di ½ bacca di 1 vaniglia / 1 busta di vanillina
5 prugne
1 cucchiaino di cannella in polvere


Accendere il forno a 150°-160°. Lavare e tagliare a spicchi 5 prugne fresche.  Pesare e setacciare insieme la farina di riso e l’amido. Unirli  in una ciotola allo zucchero di canna e alla cannella in polvere.  Aggiungere il lievito,  la scorza dei limoni e i semi di ½ bacca di vaniglia.  In un altro contenitore mescolare l’acqua, il succo di limone e l’olio di semi. Emulsionare  e versare nella ciotola con le farine e lo zucchero. Con una frusta mescolare per bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Passare un filo d’olio sul bordo della tortiera e infarinare con farina di riso. Versare il composto nella tortiera e appoggiarvi  sopra gli spicchi di prugna. Se si vuole si può versare sopra una spolverata di zucchero di canna. La torta è pronta per essere infornata. Trasferire in forno e cuocere circa 30 minuti, superati i quali fare La prova dello stecchino per vedere se è cotta.


sabato 1 novembre 2014

mercoledì 29 ottobre 2014

CHIOCCIOLE DI PANE SENZA GLUTINE CON OLIVE E ROSMARINO E CON POMODORI SECCHI


1 Kg di pasta di pane senza glutine:
            - 400g di farina Nutrifree per pane
            - 100 g di Farmo
            - 400 mlo di acqua tiepida
            - 20 g di lievito di birra fresco
- 2 cucchiaini di sale
            - 1 cucchiaino di zucchero
            - 3 cucchiai di olio e.v.o.
80 g Emmenthal
40 g Olive verdi snocciolate
40 g Olive nere snocciolate
50 g di pomodori secchi tagliati
4 filetti di acciuga sott’olio
1 cipolla o 2 cipolline lunghe
Rametti di rosmarino
Sale grosso, olio e.v.o. e pepe q.b.

Procedimento

1. Intiepidire l'acqua e sbriciolare dentro il lievito. Aggiungere lo zucchero e girare finché il lievito non si sarà sciolto. Lasciare riposare mentre si dosano e miscelano le farine.
2. In una ciotola dosare le farine e con l'aiuto di una forchetta girare mentre si versa lentamente l'acqua con il lievito. Continuare a girare per qualche minuto in modo da amalgamare gli ingredienti. Infine aggiungere l'olio e il sale sempre mescolando l’impasto. Ungere con olio una ciotola e versarvi dentro l'impasto aiutandosi con una paletta. Coprire con pellicola trasparente, trasferire in un luogo tiepido e lasciare lievitare per circa 1,30 ore.
Soffriggere in un filo di olio la cipolla tritata.
Tagliare le olive, i pomodori secchi,  le acciughe a pezzetti e il formaggio a dadini piccoli  insieme agli aghi di rosmarino tagliati.
Stendere la pasta di pane a rettangolo. Farcire per metà con metà della cipolla, le olive, le acciughe, l’emmenthal e il rosmarino e per l’altra metà con il resto delle cipolle e i pomdoorini secchi.  Arrotolare e tagliare a tranci che verranno disposti sulle teglie con carta da forno e ben distanziate. Cospargere con sale grosso e un filo di olio. Infornare a 220 °C per circa 20 minuti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...